Read Red Road Libreria per Bambini Roma | Nasce Read Red Road: romanzi di strada.
Nasce la nuova casa editrice della libreria
libreria per bambini roma, libreria piazza bologna, corso aprire una libreria per bambini, libri e giochi a piazza bologna, feste compleanno piazza bologna, read red road, libreria per bambini read red road, libreria read red road piazza bologna, libreria via padova, attività per bambini piazza bologna, laboratori creativi piazza bologna, musicainfasce roma, musicainfasce piazza bologna, finché un giorno libro, come cambiare vita a quarantanni, libreria indipendente, giochi in legno a roma, animazione piazza bologna, letture animate piazza bologna, letture animate per bambini roma, cosa fare a roma sabato pomeriggio, compagnia teatrale karibù, moblarte,
17648
single,single-post,postid-17648,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,paspartu_on_top_fixed,paspartu_on_bottom_fixed,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Bye Bye, 2018: di conclusioni e nuovi inizi

il-ponte-emanuela-barilozzi-caputo

Bye Bye, 2018: di conclusioni e nuovi inizi

Hai scritto il post per il 31?
Ancora no.

E perché?
Perché a comando non viene. Se devo farlo per forza, mi blocco.
Vabbè, ma scrivi, fa lui.
Tra un po’. Tanto lo sai che, se mi si dice di fare le cose, non le faccio.
Così, in questo botta e risposta, la libraia trova la chiave per raccontare e salutare il 2018.
È vero: chi scrive non è mai stata capace di far nulla per comando. O per dovere, schema o programma.
Se lo avesse fatto, non sarebbe qui con le tre immagini che corredano il post.
Il meraviglioso disegno di Emanuela, la lista dei libri più venduti e quel logo nuovo che attende di essere presentato.
Il terzo anno, quello della svolta, del cambiamento, della crescita, dell’autonomia.
Il terzo anno che ad aprile si cambia: “sono in crisi, sto pensando di chiudere, non mi trovo più a mio agio.”
“Tu stai cambiando, tocca assecondare il
movimento”, fa lei, “per chiudere c’è tempo.”
Così accade. Come sempre.
E da quell’aprile, arriva l’assunzione di Francesca, la prima presentazione per adulti, i primi contatti con nuove case editrici. Nasce l’esigenza di un incontro dedicato al primo anno di vita.
Cresce pian piano una consapevolezza nuova. Si lavora fitto fitto. Sempre aperti.
È l’anno dei no, grazie. Del passo, a tratti, solitario, delle decisioni profonde. E scomode.
Dei rifiuti. Dei saluti a chi non ci corrisponde. il-ponte-da-read-red-roadlibri-più-venduti-di-read-red-road
L’autunno arriva carico di promesse. Si osa. Si rischia. Si studia. Il cambiamento emerge.
Avete aperto da poco? Sono venuto qui tre anni fa ma c’era un’altra cosa.
Siamo sempre noi. Siamo cambiati, però.
Termina un anno bello, intenso. Un anno di crescita profonda.
Ce lo dicono le tre immagini. Quel ponte che saluta chi accoglie, quell’esplosione di colore che spicca in vetrina.
Perché l’hai chiamato così, questo disegno?
“Questo luogo è ponte. Tra dentro e fuori. Ed è bello.”
Ce lo dice la lista dei libri più venduti. Con quelli per adulti che fanno capolino. Con i titoli che evocano autori e presentazioni.
Con gli autori che sono volti amici.
Con le nuove case editrici.
Con la bellezza che emerge.
E poi quel logo, nuovo, a dire che un altro passo è fatto.
Nasce read red road, romanzi di strada. Nasce la casa editrice della libreria. read-red-road-casa-editrice
Nasce un nuovo spazio, per comunicare e raccontare. Per accogliere e raccogliere. Per esserci, ancora, insieme a voi.
Buon anno.

No Comments

Post A Comment