Read Red Road Libreria per Bambini Roma | Da Read Red Road un anno vissuto insieme. Noi e voi
Il 2020 e tutto quello che abbiamo imparato. Il 2020 e la strada che chiama al 2021
read red road, libreria, libreria roma, consegne a domicilio, libri a casa, gruppi di lettura, via padova 51, read red road editore, libreria indipendente, libreria piazza bologna
18681
post-template-default,single,single-post,postid-18681,single-format-standard,theme-bridge,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,paspartu_on_top_fixed,paspartu_on_bottom_fixed,columns-4,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Un anno di Read Red Road.

Un anno di Read Red Road.

La libraia non ama i bilanci ma riguardare i mesi di quest’anno è d’obbligo.
Il 2020 è quel momento in cui c’è cambiata la vita.
È l’attimo tra il prima e il dopo.
Tra chi siamo stati e chi saremo.
Anno bisesto anno funesto, ha tuonato per anni sua madre.
Eppure, in quegli anni funesti lei ha fatto scelte importanti, e in un anno bisesto, è diventata a sua volta madre.
E allora, a quest’anno – come a tutto il tempo vissuto – non può non voler bene.
Per quello che ha imparato, per quello che ha scoperto, per quello che ha rivalutato e per quello che ha attraversato.
Se siamo qui a scriverne, è perché siamo presenti e in salute e sappiamo quanto non sia scontato.
Abbiamo letto. Tanto.
Abbiamo ritrovato intorno a noi piccoli appassionati lettori e mamme che si sono scoperte lettrici.
Abbiamo valorizzato la comunicazione digitale e avviato i gruppi di lettura su zoom.
Abbiamo creato reti solidali di lettori a distanza.
Incontrato autori e presentato libri, nonostante la pandemia.
Abbiamo praticato l’attesa e coltivato la pazienza.
Abbiamo visto spuntare fiori e frutti, dopo anni di semina.
Abbiamo percepito la necessità di rallentare e l’esigenza di andare fino in fondo. Di godere l’istante, quando accade.
Abbiamo toccato con mano la presenza di una comunità fisica e virtuale.
Abbiamo conosciuto voi e tanti hanno conosciuto noi.
Ci siamo incontrati qui.
Oppure spaventati, di corsa, nelle strade vuote di marzo. Ci siamo scritti, messaggiati, pensati. Anche quando era buio dentro e fuori.
Abbiamo conosciuto le vostre case e i vostri cortili.
Abbiamo consegnato libri.
Abbiamo pubblicato tre libri.
Abbiamo osato, sperimentato.
Sbagliato e riprovato.
Abbiamo riformulato conti e ipotesi.
Abbiamo tirato su la testa.
A tratti, ci siamo sentiti con la paura e il peso addosso.
A tratti, ci siamo svegliati inondati di doni inaspettati.
Resilienza.
Resistenza.
Abbiamo, voi e noi.
Salutiamo il 2020.
L’anno delle prime volte.
L’anno delle svolte.
L’anno del nuovo corso.
L’anno dell’hic et nunc.
L’anno che resterà nella storia e entrerà nei libri di scuola.
Salutiamo il 2020.
Lieti e grati di averlo vissuto. Insieme.
Ci prepariamo al 2021.
Con i piedi per terra.
Con lo sguardo alto.
Con gli occhi aperti.
Con il cuore spalancato.
Pronti per una nuova avventura.
La strada chiama: andiamo.
No Comments

Post A Comment