Read Red Road Libreria per Bambini Roma | Da Read Red Road il martedì è sempre speciale
Un pomeriggio insieme: tra storie e racconti, tra auguri e saluti.
libreria per bambini roma, giocattoli per bambini a piazza bologna roma, libreria piazza bologna, musicainfasce a piazza bologna, corso aprire una libreria per bambini, libri e giochi a piazza bologna, feste compleanno piazza bologna, read red road, libreria per bambini read red road, libreria read red road piazza bologna, libreria via padova, attività per bambini piazza bologna, laboratori creativi piazza bologna, musicainfasce roma, musicainfasce piazza bologna, finché un giorno libro, come cambiare vita a quarantanni, libreria indipendente, giochi in legno a roma, animazione piazza bologna, letture animate piazza bologna, letture animate per bambini roma, cosa fare a roma sabato pomeriggio, compagnia teatrale karibù, moblarte,
16923
single,single-post,postid-16923,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,paspartu_on_top_fixed,paspartu_on_bottom_fixed,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Letture animate o compleanno in libreria?

letture-per-bambini-roma

Letture animate o compleanno in libreria?

“Daniela scusa ma Maria oggi ha deciso di non andare a ginnastica artistica e di venire in libreria per le letture… (pausa tra il timido e prendo un sospiro)… visto che è il suo compleanno, non è che potremmo offrire qualche biscottino?”.
Accade così, dopo una mattinata lunga e complicata di incastri, che arrivi in libreria con tuo figlio (il martedì e il mercoledì tocca alla libraia andare a prenderlo all’uscita della scuola) e, alle 1630, ci sono ad attendere almeno 12 bimbi. Di tutte le età. Nuovi arrivi, certezze e cari, inaspettati ritorni.
Siamo tanti e le 17 sono lontane. Costruzioni per tutti e, dopo un po’, si comincia. Inizia così l’appuntamento con le letture ad alta voce e la libraia racconta che non sa mai cosa leggerai. Almeno non fino alla tre. Fino a quando non annusi l’odore della giornata, il ritmo. Fino a che non ti avvicini agli scaffali e i libri ti chiamano.
Parti sempre da uno a cui avevi pensato e il resto si lega come un naturale intreccio. C’era La guerra delle coccinelle che attendeva in caldo da un po’ e poi quel nuovo Jeffers da raccontare. E ci stavano decisamente bene. Perché la giornata era stata piena e, Nei guai, aveva ritmo e divertimento, poi prendi finalmente il libro delle coccinelle e il rimando a Di qui non si passa è un attimo.
E per i piccoli? Una storia tenera di Giovanna Zoboli.

Sono attenti, i bimbi. Gli adulti fanno quasi più fatica a tenere la concentrazione. Ma ce la mettono tutta. Lei lo sa. 

la-gara-delle-coccinelle
E dopo le letture, alla canzone dei saluti seguono gli auguri. A sorpresa. A Maria e a Giusi. Arriva la merenda. Le ciambelline e i biscotti gustati e non fotografati.
Poi arrivano i disegni, i colori, le costruzioni, poi i litigi, qualche pianto, la pace, di nuovo i giochi, un salto al bagno che mi scappa, Si ricomincia, disegni costruzioni corse. Trattative per andare e restare. Si avvia a conclusione il pomeriggio affollato e intenso. Bello. simonetta-corrado-da-read-red-roaddi-qui-non-si-passa

 

 

 

 

 

La libreria si svuota. Torni adulto. E arrivano loro. Aspettavi lei. Ci avevi parlato al telefono, vi eravate scritte, ne avevi iniziato a leggere le pagine. A domandarti ragione di quei testi duri. Di quei 12 ritratti di donne private, ferite, deluse. Donne. 12 racconti tosti che ti domandi perché ora, perché qui, perché proprio nel luogo dove proponi altro. Perché? Ma perché la strada è così. Perché la strada incrocia e traccia. Perché la strada va, tra la gente e le persone. Perché senza questo, di certo, non esisterebbe l’altro. 

letture-da-read-red-road
Luce e ombra, dice Simonetta mentre prendiamo accordi per la presentazione in arrivo. Risposte, dice la libraia per giocare con le R. E sorride. Pensando alle storie, alle donne, ai bambini, ai sogni e ai bisogni, alle feste e ai dolori, ai luoghi che tutto accolgono e trasformano. Alla strada. Alla vita. Che vita.

No Comments

Post A Comment